A Milano è finalmente possibile gustare i piatti della cucina pan-asiatica di wagamama non solo nel ristorante di via San Pietro all’Orto, ma anche a casa propria. wagamama non poteva che cavalcare l’onda del successo del food delivery in città, stringendo un accordo per la consegna a domicilio con Deliveroo, Glovo, UberEats e, a brevissimo, anche JustEat.

La passione per la cucina pan-asiatica di wagamama cresce sempre di più fra i milanesi: famosi per essere clienti esigenti, trovano nel servizio offerto da wagamama – piatti cucinati al momento, con ingredienti freschi e consegnati in 20-30 minuti – la risposta per la pausa pranzo o per una cena in compagnia.

Le novità non finiscono qui: per far fronte alle numerose richieste, wagamama non si è limitato al mondo del food delivery e si è aperto al servizio di click&collect (detto anche mobile ordering). È così possibile ordinare dal cellulare i propri piatti preferiti pochi minuti prima della pausa pranzo, attendere una notifica dal ristorante che indica l’ora di ritiro e recarsi direttamente allo store saltando la fila (www.eatsready.com). Il fenomeno, estremamente in voga nel mondo anglosassone, sta prendendo sempre più piede anche in Italia, soprattutto a Milano.

Stare al passo con le innovazioni e consentire ai propri clienti di risparmiare tempo, garantendo la stessa qualità che si può trovare al ristorante, è fondamentale per wagamama, il brand nato a Londra nel 1992, oggi presente in 25 Paesi nel mondo con 200 ristoranti, di cui tre lungo lo stivale. Il brand è giunto in Italia lo scorso anno grazie all’accordo di partnership siglato a luglio 2016 da wagamama con W Italia srl – società nata dalla collaborazione tra Percassi Food & Beverage, la holding di Percassi attiva nel settore della ristorazione e Migebar srl, società di Giacomo Moncalvo e Maurizio Raviolo.