È difficile al tempo di internet ritrovarsi davvero ad essere “turisti per caso”, ma è ancora possibile con gli eventi di Operaestate Festival: giunto alla trentasettesima edizione, il Festival diffuso che da Bassano del Grappa irradia duecento eventi in oltre trenta città della Pedemontana Veneta (con sconfinamenti in Trentino), trasforma i propri spettatori in veri e propri turisti, mettendoli al centro di eventi unici legati al territorio.

Diventano esploratori del territorio, ad esempio, gli spettatori delle Passeggiate teatrali: novità di del 2017, già collaudate in forma di evento unico nelle scorse edizioni, sono eventi che muovono il pubblico tra paesaggi che raccontano storie. È il caso dei terrazzamenti della zona di Valstagna, un tempo coltivati a tabacco, che raccontano storie e leggende di coltivatori e contrabbandieri grazie agli attori di Amor Vacui e alla musica di Saverio Tasca (20/8 ore 16.30); la compagnia La Piccionaia invece racconta Villa Rossi a Santorso, prima con la storica dell’arte Agata Keran (28/7 dalle ore 21), poi tra le lucciole del parco, in notturna (02/9 ore 19.45).

Sarà un’attrice-giardiniera, Lorenza Zambon, invece, a guidare gli spettatori a Mussolente, tra percorsi naturali fino alla scenografica Villa Negri Piovene.

La danza abita il Castello Medievale di Bassano del Grappa con Rambert Company, storica compagnia di danza contemporanea inglese, che vede accanto ai propri danzatori il batterista dei Radiohead, Philip Selway, che accompagna live con il suo estro musicale le coreografie del leggendario Merce Cunningham (22/7 ore 21.20) e le scenografie di Richter, ispirate a John Cage.

Ma non solo: con il progetto Stabat Mater la danza va in scena anche in Chiesette sconsacrate, che vedranno 3 coreografi internazionali (da Cile, Regno Unito e Olanda) declinare il tema della maternità a partire dalle più celebri partiture musicali (dal 23/8 al 26/8). A settembre poi, tutti gli spettatori salgono in bicicletta per incontrare, sui 50 km della Ciclabile del Brenta che da Bassano porta ad Arte Sella (Borgo Valsugana, TN), oltre 50 danzatori, durante la giornata della Cycling Dance (3/09 dalle ore 10).

I luoghi delle città incontrano i luoghi della mente in Canto degli esclusi, spettacolo che vede protagonista Alessio Boni e le poesie di Alda Merini (18/8 ore 21), un ritorno attesissimo quello di Boni nella città della serie Rai Di Padre in figlia, per un itinerario poetico di rara intensità.

Alla scoperta di ville e ristoranti gourmet, queste alcune tappe del viaggio con la Commedia dell’Arte: prima la famiglia circense Soufflé (portata in scena da Pantakin e Teatro del Pane il 25 e 26 kuglio) con i suoi stralunati personaggi offre al pubblico la cena ad Asolo, nella stupenda Villa Razzolini Loredan; poi i Camerieri del divertente film anni ’90 riprendono vita a Solagna alla Vecchia Trattoria “Da Doro”, segnalata tra le migliori (e più antiche) cascine-ristorante del Veneto.

Un viaggio per scoprirsi turisti anche in veste di spettatori, e per riscoprirsi spettatori consapevoli delle bellezze del territorio anche in veste di turisti.