Il periodo natalizio può essere l’occasione ideale per regalare e regalarsi un momento unico, da vivere insieme alla famiglia, agli amici e, perché no, ai colleghi. Un tesoro da scoprire fuori dai sentieri più battuti, che non invecchia e non finisce in un angolo a prendere polvere, ma diventa parte di te e delle persone a cui vuoi bene.

Come? Scegliendo una delle proposte di Elesta, “disegnatori di percorsi e di esperienze” che propongono, con una formula unica, itinerari inaspettati, sempre sorprendenti, e visite esclusive che creano connessioni inedite tra luoghi che normalmente non vengono collegati tra di loro, talvolta nascosti e poco conosciuti, spesso non accessibili al pubblico, seguendo un fil rouge particolare tra laboratori artigianali, botteghe, maestri d’arte, piccoli musei.

Si può scegliere, ad esempio, di scoprire il mondo di Arnaldo Pomodoro, uno dei più importanti scultori contemporanei, le cui opere – monumentali sfere di bronzo attraversate da fratture che rivelano forme geometriche e intricati meccanismi – costellano piazze e angoli di Milano. Mentre, in occasione del suo novantesimo compleanno, la città si riempie di iniziative e mostre per celebrare l’importante eredità dell’artista, Elesta non si accontenta e porta i più curiosi in uno spazio sotterraneo di 170 metri quadrati, che ospita il grande labirinto ipogeo in bronzo, realizzato dall’artista nell’arco di diversi anni: sono le officine Riva & Calzoni, ex acciaieria, un tempo importante produttrice di enormi turbine, che mantiene tutto il suo fascino industriale grazie ad un attento restauro firmato da Pierluigi Cerri.

Per gli appassionati di teatro, un itinerario all’interno del Museo Poldi Pezzoli consentirà di scoprire progetti e modelli datati tra il 1982 e il 2009: una ricca testimonianza e uno spaccato della collaborazione di Pomodoro con i più importanti teatri, dalla Scala di Milano alla Fenice di Venezia, passando dal Teatro dell’Opera di Roma fino al Teatro Greco di Siracusa.

Oppure, si può decidere di regalare e regalarsi uno degli itinerari alla scoperta dei mestieri d’arte. Si tratta delle proposte del “Milano Grand Tour”, messe a punto da Elesta in collaborazione con la Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte. Che si tratti di oreficeria o di liuteria, di lavorazione del cuoio o della carta, le botteghe storiche aprono le porte in esclusiva e gli artigiani rivelano i segreti del mestiere, svelando cosa c’è dietro le quinte di quello che il mondo ci invidia.

Tra moda, design e arte, sono piccoli pezzi di storia che gettano nuova luce sulla città che conosciamo e che spesso attraversiamo frettolosamente, senza accorgerci dei piccoli, grandi tesori di bellezza che si celano poco più in là, dietro l’angolo o dietro la porta di un laboratorio, di un piccolo museo, dello studio di un artigiano.

La scelta è ampia e preziosa: si può spaziare dal mondo della legatoria e alla bellezza senza tempo della carta, dagli strumenti musicali alla lavorazione di pellami pregiati, fino all’intaglio del gioiello e di oggetti preziosi. Oltre alle proposte del “Milano Grand Tour”, si può andare alla scoperta dell’insospettabile leggerezza del metallo, partendo dal Museo della Cera Persa nelle Fonderie Battaglia per poi scoprire tra le vie della città il linguaggio del bronzo e il sapere antico di un’arte antica e raffinata.

Tutte le ispirazioni per un momento indimenticabile, per un’esperienza unica da regalarsi e condividere, sul sito di Elesta: www.elestatravel.it. E per informazioni, per prenotare il proprio itinerario e chiedere proposte su misura? Semplice, basta scrivere una mail a info@elestatravel.it.

Chi è Elesta?

Crediamo nel potere della bellezza, della cultura e dell’arte che portano gioia e compimento alla vita. La nostra missione: offriamo un’esperienza dell’Italia indimenticabile, rivelando la bellezza di un Paese dai paesaggi magnifici e dal passato epico. Apriamo le porte ai luoghi più nascosti e ai tesori fuori dai sentieri più battuti. Consentiamo ai viaggiatori più esigenti di assecondare i propri interessi e coltivare e proprie passioni, guidandoli nell’Italia che fa incontrare eredità culturale, architettura, artigianato, buon cibo e divertimento”.

Elesta nasce dall’incontro di alcune professioniste – tra cui Elena Sisti, a cui è affidato il coordinamento delle attività, ed Elisabetta Gavazzi Carissimo, che si occupa della direzione artistica – con esperienze e storie diverse, con competenze di arte, cultura, territorio, progettazione e gestione d’impresa, accomunate dalla volontà di far conoscere l’Italia nei suoi aspetti più straordinari e sconosciuti. Una delle particolarità di Elesta è la scelta di avvalersi di un “advisory board”: un consiglio di esperti, storici dell’arte, critici, designers, direttori e direttrici di musei e luoghi di cultura, filosofi e creativi, che guidano la scelta e la messa a punto di itinerari e proposte di grande valore umano, artistico e culturale, rivolti ai più curiosi, a chi  desidera sempre scoprire qualcosa in più, a chi vuole approfondire ed entrare in contatto con realtà uniche, semplici, vere e di inestimabile valore.