enuta di Artimino svela la sua dolcezza con l’Atelier del Miele, un’esperienza unica che farà conoscere aromi, texture e sapori delle varietà più pregiate nella zona del Carmignano. Il miele, il nettare degli dei, è simbolo di amore per la natura e della salvaguardia dell’ecosistema, custode di tanti piccoli segreti tutti da scoprire.

Immersi nella natura pratense, il favoloso resort a ospitalità diffusa, invita i visitatori a addentrarsi nel favoloso mondo delle api, con la possibilità di degustare tre tipologie di miele prodotte nel territorio – acacia, millefiori e castagno.

L’attività sarà guidata dall’apicultrice di casa, Daniela Daniele, che accompagnerà gli ospiti a scoprire la colonia composta da 60 arnie. Insieme a Daniela sarà possibile imparare l’importanza che rivestono le api per il nostro ecosistema modiale, com’è strutturata la vita in un alveare, a riconoscere l’ape regina e scoprire in cosa consiste l’impegnativa attività dell’apicoltore.

Daniela spiegherà anche come degustare i mieli e perchè assaggiare questo nettare è molto simile ad assaggiare un vino in quanto ogni miele ha le sue caratteristiche distintive che sono dovute al territorio di origine e ogni miele è il perfetto abbinamento gastronomico per diversi piatti.

L’Atelier del Miele darà anche modo di scoprire altre golose specialità prodotte presso Tenuta di Artimino come confetture l’agresto, un condimento speziato a base di mosto d’uva, apprezzato già al tempo dei Romani.

Grazie al suo ineguagliabile bouquet di attività che coniugano natura, gusto e benessere, Tenuta di Artimino è davvero un luogo dell’anima, un’oasi di rigenerazione per il corpo e la mente. Il resort a ospitalità diffusa nel cuore della campagna toscana, stupisce l’ospite con la sua straordinaria offerta hospitality, composta dall’Hotel 4* Paggeria Medicea, da 59 curati appartamenti costellati per il  borgo medioevale di Artimino, dal ristorante gourmet Biagio Pignatta Cucina e Vino, dalla moderna Erato Wellness Luxury SPA e dalla meravigliosa seicentesca Villa La Ferdinanda, gioiello dei Medici e Patrimonio UNESCO.