Si è conclusa con successo la terza edizione di LIVE WINE, il Salone Internazionale del Vino Artigianale che si è svolto al Palazzo del Ghiaccio di Milano il 18 e 19 febbraio. Con più di 170 aziende in esposizione, la manifestazione ha ricevuto grandi consensi da parte del vasto pubblico di privati e professionisti del settore.
Gli organizzatori Christine Cogez-Marzani e Lorenzo de’ Grassi hanno voluto sottolineare: “La terza edizione di Live Wine ha dimostrato che il vino artigianale e naturale è molto apprezzato non solo dagli appassionati, ma da tutti quelli che cercano una qualità reale in quello che bevono. Abbiamo avuto una grande risposta da parte del pubblico sia in termini numerici che di gradimento e questo ci incoraggia ad andare avanti a promuovere quello in cui più crediamo: un’agricoltura che inquini il meno possibile che produca vini genuini per il piacere dei nostri palati e dei nostri organismi.”

Le aspettative sono state ampiamente soddisfatte e questi sono i risultati della manifestazione:
– 4.500 visitatori, complessivamente nelle due giornate, di cui quasi 1000 operatori (ristoranti, enoteche, sommelier professionisti e distribuzioni internazionali)
– 173 espositori di cui 168 le cantine (32 estere) e 5 le distribuzioni
– 800 i vini in assaggio
– 17 banchi dedicati al cibo di qualità artigianale
– 250 giornalisti e blogger accreditati

Il Palazzo del Ghiaccio, location nota per il suo fascino estetico, ha permesso di degustare i vini di produttori italiani e stranieri in un contesto ampio, luminoso e con un’ottima acustica.
Molto apprezzata l’area tematica che si è tenuta nella Sala Piranesi, lo spazio insonorizzato con vista sull’intero Salone. Le quattro degustazioni speciali condotte da Samuel Cogliati hanno avuto un grande seguito di pubblico, che ha risposto in maniera entusiastica alle tematiche che quest’anno sono state affrontate: il Sud-Ovest della Francia, l’Etna, la Borgogna e il territorio di Marsala.

A coronamento dell’evento, anche quest’anno le serate LIVE WINE NIGHT, organizzate in diversi ristoranti e enoteche della città, che hanno permesso a produttori e avventori di incontrarsi in un ambiente conviviale e di avere un confronto più ravvicinato e diretto. Grande partecipazione all’Opening Party di LIVE WINE che si è tenuto alla Santeria Social Club, con musica dal vivo dell’ottimo duo formato dal chitarrista flamenco Denis Stern e il percussionista di tabla Arup Kanti, per proseguire con i ritmi gipsy della swing band Pepper Jab. Gli ospiti della sala concerti hanno ascoltato e ballato fino a tarda serata sorseggiando i vini dei produttori presenti in fiera scelti per l’occasione.