E’ stato il Primo Ministro iberico, Mariano Rajoy, a dare il via ufficialmente alle celebrazioni del National Day della Spagna oggi a Expo Milano 2015. A ricevere la delegazione guidata dal Premier spagnolo, il Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, il Commissario Generale di Expo 2015 Bruno Pasquino, il Presidente di Expo 2015, Diana Bracco e il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia.

Expo Milano 2015 è un successo – ha esordito Rajoye si sta rivelando un modello vincente di organizzazione e attuazione ed è per me un vanto la presenza della Spagna, che può dare un contributo importante alla sfida e alla responsabilità a cui ci richiamano i temi espositivi”. Il Presidente spagnolo ha anche ricordato come l’Esposizione Universale stia contribuendo al dialogo tra i Paesi, “perché solo con la cooperazione e la concordia si può raggiungere il progresso”.

Expo Milano 2015 è un luogo di bellezza per l’Italia e per il mondo, ma anche di speranza – ha dichiarato il Ministro Alfanoin quanto nutre l’aspettativa di un pianeta più equo. Qui i Paesi ricchi dialogano con quelli meno prosperi ed è il posto dove cadono i muri e si aprono le frontiere”. Il Ministro dell’Interno ha poi sottolineato come la città di Milano e l’Italia abbiano ormai vinto la grande sfida dell’Esposizione Universale.

La giornata nazionale della Spagna è poi proseguita con la firma, da parte di Mariano Rajoy, del libro d’onore di Palazzo Italia. A seguire, il Ministro Angelino Alfano e il Primo Ministro hanno raggiunto il Padiglione della Spagna per la visita ufficiale. Sino a sera, poi, sono previste celebrazioni e festeggiamenti al padiglione spagnolo, con l’esibizione dei ballerini della Compañía Nacional de Danza (CND) e le “performances” gastronomiche della chef Carme Ruscalleda, l’unica donna al mondo ad avere ottenuto il riconoscimento di sei stelle Michelin per i suoi ristoranti “Sant Pau” a Barcellona e Tokyo e “Moments” a Barcellona.