Il South Australia avrà presto il suo primo jet configurato in maniera permanente per l’uso sanitario. L’aeromobile, un Pilatus PC-24 acquistato dal Royal Flying Doctor Service (RFDS), sarà disponibile h24h/7×7.

Il jet RFDS sarà impiegato sulle lunghe distanze, senza necessità di rifornimento,  per l’evacuazione dei pazienti e per i trasferimenti di tre persone in barella e personale clinico da Adelaide alle altre principali città australiane.

“Il nuovo aeromobile consentirà ai Flying Doctors di raggiungere i pazienti che necessitano di soccorso in ogni angolo dello Stato in meno di 90 minuti, Mt Gambier in soli 30 minuti e Moomba, nel bacino Cooper, in 60 minuti”, ha detto John Lynch, Ceo di RFDS.

“Il PC-24 rimarrà allertato senza soluzione di continuità per il trasferimento di emergenza di pazienti che necessitino di interventi chirurgici salvavita – come il trapianto di organi e la chirurgia pediatrica su neonati – da Adelaide agli altri Stati australiani. Missioni che per RFDS hanno ormai una cadenza settimanale.”

Il jet dei Flying Doctors è prodotto in Svizzera e dispone di equipaggiamenti sanitari per un valore di 10 milioni di dollari australiani. La sua consegna è prevista per il 2017/18.

L’acquisto dell’aeromobile PC-24 sarà finanziato dal programma di raccolta di fondi e donazioni di RFDS per la sostituzione di aeromobili, di attrezzature mediche e il rinnovamento delle sue strutture. I suoi costi operativi saranno incorporati nel contratto di RFDS con il governo del South Australia per la fornitura di servizi di trasferimento inter-ospedalieri e servizi di medicina aeronautica di recupero nello Stato.