Sabato, 20 giugno 2015, dalle ore 18,00, nell’aula “Marian Papahagi” dell’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia, avrà luogo la seconda edizione della serata di poesia intitolata “Festival del pensiero in/verso”, evento incluso nell’ambito delle manifestazioni Venice Art Night. Invitati all’evento sono i poeti: Lorenzo Viscidi (Bluer), Natasha Bondarenko, Alessandro Cabianca, Maddalena Capalbi, Gianfranco Chinellato, Ştefan Damian, Daniela Muti, Loredana Pra Baldi, Enzo Santese e Sergio Maria Serraiotto.
Durante i giorni più lunghi dell’anno, dal tramonto del sole e fino a mezzanotte, “l’arte ritorna per liberare Venezia”, per meglio dire le arti, proprio perché le calli e i campi saranno occupati dalla letteratura, dal cinema dalla musica ecc.; sarà una notte di “contaminazione” culturale. Tra le istituzioni culturali che resteranno aperte fino a mezzanotte si annoverano musei, gallerie, fondazioni, spazi pubblici e provati, librerie, che lasceranno le porte aperte per essere visitate.
L’Istituto Romeno di Venezia ha iniziato la partecipazione agli eventi di Venice Art Night Venezia già dal 2013, quando ha organizzato una serata musicale intitolata “Musica e balli dei tempi dei dogi”. Il programma di quest’anno, intitolato il “Festival del pensiero in/verso”, è costituito da una serata di poesia coordinata dal professore, poeta, scrittore e critico d’arte Enzo Santese. Sarà un incontro tra poeti romeni e italiani che ha il fine di presentare gli aspetti più rappresentativi della loro creazione poetica.
Nell’ambito della serata di poesia sarà presentata anche la traduzione in romeno del più recente volume di versi di Alessandro Cabianca, intitolato Influssi/Influenţe, Casa Editrice Studia, Cluj‒Napoca 2015, nella traduzione dello scrittore e poeta Ştefan Damian.
L’Evento è organizzato dall’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia in collaborazione con l’Università Ca’ Foscari di Venezia ed il Comune di Venezia.