Con l’obiettivo di individuare soluzioni culturali per le sfide globali di oggi, delegati provenienti da oltre 80 Paesi parteciperanno al CultureSummit 2018 ad Abu Dhabi, rendendolo il più grande appuntamento mondiale di alti funzionari governativi, filantropi, direttori artistici, business leader, esperti di tecnologia e artisti internazionali.

Il programma d’intervento dei gruppi di esperti, dibattiti e seminari del Summit mira a identificare e sostenere nuove idee per sfruttare il potere della cultura e affrontare alcune delle più grandi sfide del mondo. Con un’attenzione particolare all’educazione artistica, i panel copriranno argomenti come la conservazione del patrimonio culturale, la promozione di cambiamenti ambientali positivi e la lotta all’estremismo violento attorno al tema 2018 del Summit Unexpected Collaborations.

L’evento sarà inoltre caratterizzato da una serie di performance, mostre e interventi di artisti e musicisti famosi in tutto il mondo, come l’European Union Youth Orchestra o l’Accademia musicale Bait Al Oud di Abu Dhabi, con nuove collaborazioni che superano i confini disciplinari e culturali.

Sua Eccellenza Noura Al Kaabi, Minister of Culture and Knowledge Development degli EAU e Chairman del Comitato del CultureSummit 2018 Abu Dhabi, ha dichiarato: “Dopo il successo dell’edizione inaugurale dello scorso anno, siamo estremamente lieti di vedere l’interesse che CultureSummit Abu Dhabi ha suscitato in alcuni dei principali innovatori e decision maker a livello mondiale, molti dei quali hanno accettato di partecipare all’iterazione di quest’anno. In qualità di hub culturale globale, Abu Dhabi convoca la comunità più straordinaria di creativi e policy maker per affrontare questioni globali dalla povertà e dall’emancipazione delle donne all’estremismo violento e ai conflitti.”

Participant Highlights

I punti salienti del programma per l’edizione 2018 del CultureSummit includono le sessioni di apertura su “Emerging Trends in the Arts and Media Worldwide: What’s Next” e “Case Studies in Unexpected Collaborations”. Tra i relatori dei talk, il Direttore artistico del Museo Solomon R. Guggenheim, Nancy Spector; Drew Bennett, Fondatore e Direttore del programma Artist-in-Residence di Facebook; Touria el Glaoui, Fondatrice di 1-54 Contemporary African Art Fair; Molly Fannon, Direttrice delle Relazioni Internazionali presso lo Smithsonian Institution, e il Nobel per la Pace Kailash Satyarthi.

Nell’elenco dei relatori anche: Sua Eccellenza Maqsud Kruse, Executive Director, Hedayah Center; Sua Eccellenza Omar Ghobash, Ambasciatore degli Emirati Arabi Uniti in Francia; Hannah Godefa, Ambasciatrice dell’UNICEF in Etiopia; Abdul Waheed Khalili, Direttore del Turquoise Mountain Institute for Afghan Art; Manny Ansar, Fondatore del Festival di Timbuktu au Désert; George Richards, Responsabile del Patrimonio Culturale della Fondazione Art Jameel; Isao Matsushita, Vice Presidente della Tokyo University of the Arts; Drew Bennett, Fondatore e Responsabile del programma Artist in Residence di Facebook; Liao Yanru, Direttore artistico della China National Symphony; la stilista Carla Fernández; e Tom Standage, Vicedirettore del The Economist, tra gli altri.

Mohamed Al Mubarak, Chairman del Dipartimento Cultura e Turismo di Abu Dhabi e membro del Comitato del CultureSummit Abu Dhabi, ha dichiarato: “Stiamo costruendo una capitale culturale globale ad Abu Dhabi, come illustrato dalla recente apertura del Louvre Abu Dhabi e dal moltiplicarsi di programmi e strutture artistiche ed educative di livello mondiale. L’idea del CultureSummit non è semplicemente quella di celebrare le arti, ma promuovere i migliori progetti di imprenditorialità culturale – sfruttando il potere che le arti hanno di elevare e promuovere un cambiamento positivo.”

Performers

Accanto al programma di dibattiti, CultureSummit 2018 Abu Dhabi presenterà una serie di spettacoli e interventi di artisti famosi.

La programmazione artistica includerà una proiezione speciale del Sundance Institute del film vincitore Kailash e discussioni con il suo omonimo, il premio Nobel per la pace Kailash Satyarthi e il Direttore esecutivo del Sundance Institute Keri Putnam, moderati da Fiammetta Rocco, Culture Editor del The Economist, nonché una performance in anteprima della Silkroad Ensemble di Yo Yo Ma.

Artists-in-Residence del CultureSummit 2018 saranno l’acclamato fotografo britannico Jimmy Nelson, il cui lavoro documenta le culture indigene con la tecnologia digitale, il violinista lettone Gidon Kremer, l’artista visiva interdisciplinare latino-americana Grimanesa Amorós e la poetessa emiratina Afra Atiq. Considerati leader del pensiero nella comprensione pubblica del potere delle arti, gli “artisti in residenza” presenteranno esibizioni collettive e mostre visive accanto ai numerosi artisti ospiti del Summit.

Nuovi sodalizi artistici tra il violinista Eldbjørg Hemsing e il pianista Llewelyn Sanchez-Werner, il sassofonista Christoph Pepe Auer e il violoncellista Clemens Sainitzer, e il chitarrista Gyan Riley e il cantante Magos Harrera evocheranno la sperimentazione all’interno del programma Artists Incubator Programme, che presenterà nuove collaborazioni tra gli artisti di tutte le discipline e Paesi.

A impreziosire le sessioni del CultureSummit, saranno le performance della European Union Youth Orchestra; le anteprime mondiali dei musicisti degli Emirati Faisal Al Saari, Ali Obaid e Ali Al Mansouri; il coreografo Aakash Odedra; e l’artista teatrale Volker Gerling. L’Amministratore delegato di TCP Ventures, Carla Dirlikov Canales, ha dichiarato: “Mentre coltiviamo nuovi lavori, scambiamo idee e soprattutto sfruttiamo il potere dell’arte per il cambiamento sociale, forse non c’è una sede più adatta per queste collaborazioni inaspettate rispetto al crocevia di Abu Dhabi e il suo CultureSummit 2018. “

CultureSummit 2018 Abu Dhabi è presentato dal Dipartimento Cultura e Turismo di Abu Dhabi (DCT Abu Dhabi) in collaborazione con The Rothkopf Group e TCP Ventures.

Ulteriori dettagli su: www.culturesummitabudhabi.com.