Numeri alle stelle per CamBIOvita ed Expo Canapa Sud nei primi due giorni di Fiera che domani, domenica 29 aprile, chiuderà in bellezza, a Le Ciminiere di Catania, con una mega torta realizzata da CONPAIT per augurate l’arrivederci alla prossima edizione.

Soddisfatta l’organizzatrice delle due manifestazioni fieristiche, Barbara Mirabella, della Expo srl che stamani ha accolto, con il presidente di CDO Toti Contraffatto, la visita del direttore generale dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Sicilia, Dr. Carmelo Frittitta, compiaciuto per la grandezza, in tutti i sensi, della manifestazione:
“La fiera è un contenitore ‘circolare’ che abbraccia cittadini, buyer, imprenditori, famiglie. La proiezione di una società che sta cambiando, molto più attenta alle tematiche ecosostenibili: per questo sono stata entusiasta nel ricreare un micro mondo che rappresenti tutti i settori”.

“Un plauso al progetto di questa grande iniziativa nazionale. L’idea che sta alla base di questa fiera – ha dichiarato Frittitta – è in linea con i progetti del nostro assessorato, presenti e futuri. Abbiamo un grosso piano di sviluppo rurale che fino al 2020 ci impegna a spendere bene le risorse comunitarie: il 50 % per investimenti aziendali e quindi finalizzati a potenziare le nostre aziende agricole, e il restante 50% risolto ad investimenti che mirano al ‘come’ si produce, al biologico ad esempio. E su questo assetto , come dichiarato dall’Ass.re Edy Bandiera, andiamo sempre di più a valorizzare tutto ciò che è sostenibile”.

A CamBIOvita anche l’Assessorato al Turismo della Regione Sicilia con una collettiva di aziende; stamani ha parlato Sergio Scaffidi, dell’Ufficio Manifestazioni della Regione, per conto dell’assessore Sandro Pappalardo: “Stiamo partecipando con entusiasmo a camBIOvita Expo, di livello nazionale . Il nuovo corso del nostro assessorato vuole diventare punto di riferimento per quegli operatori che, come noi, hanno a cuore il consolidamento del brand Sicilia. Piuttosto che osservare ciò che fanno gli altri, vogliamo andare avanti propositivi e stiamo chiedendo agli operatori di fare rete perché il turismo è sempre più “micro”, composto da piccole realtà spesso a conduzione familiare. Occorre una grande esperienza per l’arte dell’accoglienza del turista, ecco noi stiamo cercando di supportare l’operatore ‘piccolo’ per accrescere questa esperienza che non può che fare bene a tutto il comparto”.

Un successo di pubblico, ma anche di partecipazione attiva ed entusiasta da parte di tutti i protagonisti a camBIOvita. Dagli chef nei cooking show promossi da FIC, URCS, Cuochi Etnei e Blu Lab che, facendo impazzire le papille degustative del pubblico incantato, lanciano, attraverso la grande cultura eno-grastronomica del gastrosofo Alex Ravelli Sorini di RAI 1, messaggi importanti, sulle materie prime e sulla consapevolezza di ciò che mangiamo, alla realizzazione di progetti non più così tanto lontani come il ripristino delle piantagioni di riso 100% siciliano.
Dai prodotti della terra biologici e a km zero agli incontri formativi promossi dagli ordini professionali, architetti, ingegneri, geometri, medici, professori universitari, le ostetriche, le associazioni no profit, e quanti ognuno nel proprio campo, stanno apportando il proprio prezioso contributo professionale di sostenibilità e attenzione al sano vivere per la salvaguardia della nostra salute e di quella delle generazioni future.

Gli amanti del CamBIOvita arrivano alle Cimniere da tutta la Sicilia ma anche dalla città, in metro, in bus e soprattutto in bici grazie alle partneship con Fce, Amt e Fiab; le famiglie con bimbi sono entusiaste delle attività “kids&family”. Al 1° piano del centro fieristico l’atmosfera è molto zen nell’Area Benessere e diventa energia pura nell’Area Fitness con Sicilia Nuoto, FIN, Virgin Active che sta mostrando i dettami basilari di una sana vita all’insegna dello sport. Tutti pazzi per la “Mostra Low Cost Design” e il parco giochi “Low Cost Park Design” promosso da Dusty, realizzato con materiale di riciclo opera del designer italiano Daniele Pario Perra, i“laboratori creativi” con materiali naturali, tessuti e di recupero organizzati da Ikea, i giochi ri-creativi con Terra di Crianza, piccoli costruttori crescono con l’iniziativa la Casa di Paglia di Ecopa; giochi golosi come le degustazioni sensoriali di cioccolato o arancia rossa di Sicilia. E, tra un’attività e l’altra, merende bio per tutti.

Una fiera “In filosofia green” che è anche trendy. E’ un evento per chi ha voglia di tornare a gustare il pane genuino, per chi crede nella mobilità sostenibile, e nel minimo impatto ambientale. Ma dalle alle 18 in poi, il salone cambia pelle: con la musica di Radio Zammù, dell’Università di Catania, gustando aperitivi biologici e mixology green grazie a Vinicolo Hub.
Gli amanti del CamBIOvita arrivano alle Cimniere da tutta la Sicilia ma anche dalla città, in metro, in bus e soprattutto in bici grazie alle partneship con Fce, Amt e Fiab; le famiglie con bimbi sono entusiaste delle attività “kids&family”. Al 1° piano del centro fieristico l’atmosfera è molto zen nell’Area Benessere e diventa energia pura nell’Area Fitness con Sicilia Nuoto, FIN, Virgin Active che sta mostrando i dettami basilari di una sana vita all’insegna dello sport. Tutti pazzi per la “Mostra Low Cost Design” e il parco giochi “Low Cost Park Design” promosso da Dusty, realizzato con materiale di riciclo opera del designer italiano Daniele Pario Perra, i“laboratori creativi” con materiali naturali, tessuti e di recupero organizzati da Ikea, i giochi ri-creativi con Terra di Crianza, piccoli costruttori crescono con l’iniziativa la Casa di Paglia di Ecopa; giochi golosi come le degustazioni sensoriali di cioccolato o arancia rossa di Sicilia. E, tra un’attività e l’altra, merende bio per tutti.

Una fiera “In filosofia green” che è anche trendy. E’ un evento per chi ha voglia di tornare a gustare il pane genuino, per chi crede nella mobilità sostenibile, e nel minimo impatto ambientale. Ma dalle alle 18 in poi, il salone cambia pelle: con la musica di Radio Zammù, dell’Università di Catania, gustando aperitivi biologici e mixology green grazie a Vinicolo Hub